Recensione: "Amore su carta da zucchero" Maria Murnane

Hello Everyone!!

Ben tornati nel mio angolino anche in questo calda mattinata! Siete pronti per una nuova recensione?
Oggi parliamo di questo romanzo di Maria Murnane che purtroppo si è rivelato una grande delusione.

Titolo: Amore su carta da zucchero
Autore:Maria Murnane
Editore: Giunti Editore
Prezzo: € 6.90 - ebook € 4,99
Pagine: 381
Reduce da una terribile delusione d’amore, Waverly Bryson, giovane pierre sportiva alla soglia dei trent'anni, ha solo due possibilità: annegare nella disperazione o dare retta alle sue amiche del cuore e rimettersi di nuovo in pista. Così, alla ricerca dell’uomo ideale, si lancia in una serie di appuntamenti che ben presto si rivelano a dir poco disastrosi e che le sue amiche etichettano come “la parata degli sfigati”: il taccagno, il logorroico esperto di detrazioni fiscali, lo stalker che la tempesta di mail a ogni ora del giorno e della notte. Ma non tutto il male viene per nuocere e Waverly, armata di carta e penna, inizia a scrivere brevi frasi sull’amore e sulla vita, spiritose e pungenti, pensando alle giovani donne single e disperate come lei. Che a quanto pare sono molto numerose... Di lì a trasformare quello che sembrava un semplice sfogo liberatorio in una vera e propria linea di biglietti di auguri, il passo sarà breve. E all'improvviso, come capita spesso con una buona idea, la sua vita subisce una brusca e inattesa sterzata...

Con la verve irresistibile del Diario di Bridget Jones e la profondità di una confessione sentimentale, Amore su carta da zucchero è la commedia più romantica e frizzante degli ultimi anni.
Amore su carta da zucchero si presenta come un simpatico chick-lit, una lettura senza troppi pensieri da portarsi in vacanza o da leggere in un momento di totale relax e in parte è così. Questo romanzo è a tutti gli effetti una lettura poco impegnativa e scorrevole in cui però fatico a vedere sviluppati i canoni del chick-lit.
Nonostante la storia centrata sulle (dis)avventure di Waverly e sulla sua disastrosa vita amorosa, alla protagonista manca quel "qualcosa in più" che distingue questo genere di eroine, donne normali alle prese con problemi normali che finiscono per infilarsi in situazioni tragicomiche in cui però è facile rispecchiarsi.

Forse però il mio disappunto nasce dal fatto che leggendo la sinossi mi ero aspettata una storia diversa, una storia centrata su una serie di appuntamenti assurdi che in qualche modo si accompagnavano alla storia d'amore vera, mentre invece questi sono solo momenti marginali che lasciano il tempo che trovano e non divertono più di tanto.
"La parata degli sfigati" infatti non si riferisce agli uomini che Waverly incontra (come sembra dalla sinossi), ma piuttosto a quelli che ha già incontrato e di cui ci viene fatto un racconto sommario all'inizio del libro. Lì si accenna ad una serie di figuracce che sembrano essere tipiche del chick lit e che avrebbero potuto divertire, ma di cui purtroppo non c'è seguito nei tre appuntamenti che a cui assistiamo.

A questa delusione poi si aggiunge quella legata alle frasi, quei biglietti che aprono ogni capitolo e che si trovano qua e là durante la narrazione, che avrebbero dovuto rappresentare uno dei punti focali e che...bah diciamo che non mi hanno proprio colpito. Non so se nell'intento dell'autrice dovevano essere battute spiritose, ironiche o sarcastiche, ma in ogni caso non hanno l'effetto sperato.

So che fare paragoni tra opere diverse non è politicamente corretto però non ho potuto evitarlo visto che è proprio la quarta di copertina a suggerirne uno. Amore su carta da zucchero è senza dubbio un romance piacevole ma non ha la verve di Bridget Jones, né il brio dei romanzi chick lit più noti. La storia d'amore è carina, non particolarmente originale ma piacevole, mentre è la parte irriverente, frizzante e spiritosa che ho trovato un po' scarsa.

Quindi alla fin fine non mi sento di consigliarvelo se siete in cerca di un romance umoristico, mentre può andar bene per chi cerca un romanzo rosa senza troppe pretese.



10 commenti:

  1. Ma sai che sei la prima persona al mondo che mi ha fatto capire cos'è un chick-lit?
    Grazie!
    In ogni caso con me vai sul sicuro, i romanzi rosa (o romance, giusto?) non sono fra le mie letture preferite.
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta di esserti stata utile! :*

      Elimina
  2. Uh peccato, lo avevo messo in WL secoli fa... magari ci faccio un pensierino se lo trovo all'usato, altrimenti lascio stare, c'è tanta di quella roba bella da leggere :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, sicuramente è la decisione migliore.

      Elimina
  3. Ho letto questo libro qualche anno fa, ma l'ho totalmente dimenticato dopo esserne rimasta delusa ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me ha fatto lo stesso effetto e nonostante l'abbia letto da poco non mi è rimasto impresso niente! :(

      Elimina
  4. Risposte
    1. Mi rincuora sapere che non sono l'unica ad averlo trovato così.

      Elimina
  5. È chiaro: non mi avvicinerà a questo libro! Troppo zucchero senza ironia non fa per me!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sono decisamente titoli migliori per questo genere!

      Elimina