Segnalazione: "Il fantasma dell'abate: La tentazione di Maurice Treherne" Louisa May Alcott


Buon pomeriggio a tutti!
Oggi vi presento una nuova tradizione ad opera di Isabella Nanni di un romanzo di Louisa May Alcott, famosa autrice di "Piccole donne", che con "Il fantasma dell'abate. La tentazione di Maurice Treherne" ci regala un interessante romanzo gotico. :)

Titolo: Il fantasma dell’abate. La tentazione di Maurice Treherne. 
Autore: Louisa May Alcott 
Traduttore: Isabella Nanni
Editore: autopubblicato dalla traduttrice
Prezzo ebook: € 2,99
Serie: Gli Intramontabili (volume 2)
Data pubblicazione: luglio 2020
Esclusiva Amazon. Link di acquisto: 
https://www.amazon.it/dp/B08CBC92YK/
Inghilterra, seconda metà del XIX secolo. Maurice Treherne è il rampollo del ramo cadetto della nobile famiglia inglese dei Treherne. Una volta rimasto orfano, viene accolto in casa dagli zii e stringe un vincolo particolarmente profondo con il cugino Jasper, suo coetaneo, con cui condivide piaceri e avventure tipiche dei giovani delle classi agiate. Nel corso di un soggiorno a Parigi i due cugini sono coinvolti in un misterioso scandalo che li costringe a lasciare in tutta fretta la capitale francese. Durante il viaggio di ritorno la nave su cui si sono imbarcati naufraga; Maurice salva la vita al cugino rischiando la propria e resta paralizzato alle gambe. Tornati in Inghilterra le sventure continuano a perseguitare Maurice che si ritrova inspiegabilmente diseredato dal vecchio zio e lasciato al buon cuore del cugino. Solo la dolce compagnia della giovane Octavia, la sorella di Jasper, sembra offrirgli un conforto insperato e ridare a Maurice la speranza di un amore puro, contrastato però dalla madre di lei che auspica un’unione diversa. In occasione di una festa a casa dei Treherne un anno dopo l’incidente che gli ha stravolto la vita, il passato ritorna a minacciare le prospettive di Maurice, che sarà più volte tentato di svelare il mistero che circonda gli eventi di Parigi, venendo meno alla parola data. Ma una strana presenza darà una svolta inaspettata alla vita di tutti…
Dall’autrice di “Piccole donne” un romance gotico molto diverso e appassionante.

Recensione: "Sghembestorie" Valentina Luberto

Buon pomeriggio Sognatori!

oggi sono qui per parlarvi di Sghembestorie una raccolta di racconti decisamente originale che mi è stata inviata qualche tempo fa e che piano piano mi sono gustata in queste settimane.

TITOLO: Sghembestorie
AUTORE: Valentina Luberto
EDITORE: Policromia
PAGINE: 146
PREZZO: € 12,00 - ebook € 1,99
Sghembestorie è una raccolta di racconti che hanno in comune il tratto surreale che li caratterizza, anche per questo ho deciso di introdurli con la citazione di Magritte. Ho scelto di intitolare la raccolta Sghembestorie perché è come se ognuna di queste storie abitasse un piano tutto suo, apparentemente distante dalle altre, eppure così vicino nella sua sospensione tra reale e irreale. Anche il carattere surreale dei singoli racconti, nonostante la sua impalpabilità, incide sulla parte più vulnerabile e profonda di chi li incontra; coinvolgendo sentimenti, paure, immaginazione e lasciando, a fine lettura, la sensazione e la volontà che quelle parole non svaniscano con l’ultima riga d’inchiostro, ma permangano per poterle ritrovare sempre in un angolo di sé. Valentina Luberto

Segnalazione: "Tutta colpa del tight" Silvia Calandra


“TUTTA COLPA DEL TIGHT” di SILVIA CALANDRA 

COMUNICATO STAMPA 

Modena, Firenze, 25 giugno 2020 – Non c’è abito che si addica meglio di un tight a un contesto Royal e non c’è romanzo che si abbini meglio di “Tutta colpa del tight” al catalogo della Royal Books Edizioni. Era vintage, ma aveva ancora il cartellino attaccato all’etichetta: sono bastate delle forbici, un ago e un rocchetto di filo per trasformare quella di Chris e Thomas in una nuova storia tutta da scoprire. Il 13 luglio “Tutta colpa del tight” di Silvia Calandra arriva sugli store digitali: è tempo di esporlo in vetrina.

Tra la formalità e la fermezza passa una linea sottile, spessa quanto il filo imbastito attorno alla manica di un tight. È una cucitura indispensabile per adattare la stoffa alla circonferenza del polso, ma è provvisoria. Una volta tagliata via, lascia che formalità e fermezza fascino alla perfezione le braccia di Thomas Campbell. Che prima di essere uno stagista, è un british man di polso fatto apposta per l’abito inglese per eccellenza. E al fascino del tight, che gli calza a pennello, cede persino Chris Puccinelli, la sua responsabile.

Recensione: "Mille lettere d'amore" Stacy Hart

Hallo Dreamers!
Pronti per un'altra recensione? 
In realtà non so bene cosa provo nei confronti del romanzo di cui voglio parlarvi oggi perché ho sentimenti fortemente contrastanti a riguardo.
Da una parte l'ho trovata una storia molto carina, coinvolgente e ricca di emozioni, ma dall'altra non è stata all'altezza delle aspettative.
Seguitemi che ora vi spiego tutto.

TITOLO: Il diario di Mr. Darcy
AUTORE: Amanda Grange
EDITORE: Tre60
PAGINE: 320
Ci sono scelte che cambiano la vita. Ho passato ogni giorno degli ultimi sette anni a rimpiangere la mia: lui se n'è andato e io non l'ho fermato. Gli ho scritto mille lettere senza ricevere risposta: le mie parole si sono disperse come petali al vento, lasciandomi sola con il mio rimorso. E ora è tornato. Riconosco a malapena l'uomo che è diventato, ma vedo ancora in fondo ai suoi occhi un barlume del ragazzo che mi ha chiesto di essere sua per sempre, il ragazzo a cui ho spezzato il cuore. Forse, se le cose fossero state diverse, avremmo potuto essere felici. Ma adesso ho una seconda occasione, e sono disposta a fare qualunque cosa per non lasciarmela sfuggire.

Audiorecensione: "La ballata dell'usignolo e del serpente" Suzanne Collins

Buon pomeriggio Sognatori, 

Finalmente riesco a parlarvi di questo libro! È da quando è stata data la notizia della pubblicazione che non vedevo l'ora di mettere le mani sul prequel degli Hunger Games, La ballata dell'usignolo e del serpente e sebbene diverso da come mi aspettassi, questo romanzo si è rivelato una lettura veramente affascinante.

In realtà più che una lettura è stato un ascolto visto che ad accompagnarmi nel mondo di Panem è stata la voce di Diego Baldoin, la cui narrazione è ben fatta e ha sicuramente contribuito a rendere l'ascolto di questo libro estremamente piacevole.

Prima di iniziare vi avverto che per quanto io abbia cercato di evitare spoiler espliciti, per poter parlare di ciò che mi è piaciuto del libro qualche allusione a ciò che accede è inevitabile. ;)

TITOLO: La ballata dell'usignolo e del serpente
AUTORE:  Suzanne Collins
EDITORE: Mondadori
PAGINE: 528
È la mattina della mietitura che inaugura la decima edizione degli Hunger Games.
A Capitol City, il diciottenne Coriolanus Snow si sta preparando con cura: è stato chiamato a partecipare ai Giochi in qualità di mentore e sa bene che questa potrebbe essere la sua unica possibilità di accedere alla gloria. La casata degli Snow, un tempo potente, sta attraversando la sua ora più buia. Il destino del buon nome degli Snow è nelle mani di Coriolanus: l’unica, esile, possibilità di riportarlo all’antico splendore risiede nella capacità del ragazzo di essere più affascinante, più persuasivo e più astuto dei suoi avversari e di condurre così il suo tributo alla vittoria.
Sulla carta, però, tutto è contro di lui: non solo gli è stato assegnato il distretto più debole, il 12, ma in sorte gli è toccata la femmina della coppia di tributi.
I destini dei due giovani, a questo punto, sono intrecciati in modo indissolubile. D’ora in avanti, ogni scelta di Coriolanus influenzerà inevitabilmente i possibili successi o insuccessi della ragazza.
Dentro l’arena avrà luogo un duello all’ultimo sangue, ma fuori dall’arena Coriolanus inizierà a provare qualcosa per il suo tributo e sarà costretto a scegliere tra la necessità di seguire le regole e il desiderio di sopravvivere, costi quel che costi

Segnalazione: "Il principe felice e altri racconti." Oscar Wilde

Hallo, hallo Sognatori!
Parliamo oggi di un'iniziativa;molto generosa ad opera della traduttrice Isabella Nanni che ha deciso di devolvere i ricavati della vendita della sua ultima traduzione a favore di canili e gattili che in questi mesi hanno accolto i nostri amici a quattro zampe che a causa del virus sono rimasti senza padrone o sono stati abbandonati in base all'errata convinzione che potessero trasmetterlo.
Vediamo di scoprine di più! 

TITOLO: Il principe felice e altri racconti. Il fantasma di Canterville.
AUTORE: Oscar Wilde
TRADUTTORE: Isabella Nanni
EDITORE: Self publishing
GENERE: Fiabe
PREZZO EBOOK: 2,99, prezzo di lancio € 0,99 fino a fine maggio
PREZZO CARTACEO:€ 20,79 iva inclusa, con le illustrazioni originali a colori

Il Principe Felice e altri racconti (titolo originale “The Happy Prince and Other Tales”) è una raccolta di cinque fiabe che Oscar Wilde aveva scritto per i propri figli: Il Principe Felice, L’Usignolo e la Rosa, Il Gigante Egoista, L’Amico Devoto, Il Razzo Eccezionale. Pubblicate per la prima volta in un’unica antologia nel 1888, le fiabe di Wilde tratteggiano con semplicità un mondo fantastico in cui l’autore fa parlare statue e animali, oggetti e persone, per dipingere le varie sfaccettature della natura umana commuovendoci con immagini che restano nel cuore.
Il Fantasma di Canterville (titolo originale “The Canterville Ghost”) è un’opera giovanile di Wilde che fu pubblicata per la prima volta nel 1887. La novella è incentrata sulle peripezie del fantasma del nobile Sir Simon de Canterville che per la prima volta nella sua pluricentenaria carriera di spettro inglese non riesce a spaventare la famiglia di strampalati Americani che gli ha occupato il castello ancestrale. Lo spassoso scontro tra antico e moderno, tra Vecchia Inghilterra e Nuovo Mondo viene raccontato con leggerezza e ironia, fino all’inaspettato finale.Il ricavato delle vendite di questa nuova traduzione verrà donato ai canili e gattili che hanno accolto gli animali rimasti orfani dei loro padroni vittime dell’epidemia di Coronavirus.

Biografia autore
 
(da Wikipedia) Oscar Fingal O'Flahertie Wills Wilde, noto come Oscar Wilde (Dublino, 16 ottobre 1854 – Parigi, 30 novembre 1900), è stato uno scrittore, aforista, drammaturgo, giornalista e saggista irlandese dell’età vittoriana, esponente del decadentismo e dell’estetismo britannici.
Autore dalla scrittura apparentemente semplice e spontanea, ma sostanzialmente molto raffinata e incline alla ricerca del bon mot (ovvero della battuta di spirito), con uno stile talora sferzante e impertinente egli voleva risvegliare l’attenzione dei suoi lettori e invitarli alla riflessione. È noto soprattutto per l'uso frequente di aforismi e paradossi, per i quali è tuttora spesso citato. Le sue opere, tra le quali – in particolare – i suoi testi teatrali, sono considerate dai critici dei capolavori dell’Ottocento.

Audiorecensioni: "Orgoglio e pregiudizio" Jane Austen

Prima di iniziare un giusto avvertimento. A differenza delle altre audiorecensioni, che sono semplicemente recensioni di audiolibri, in questa più che parlarvi del contenuto del romanzo di Jane Austen, Orgoglio e pregiudizio, vorrei soffermarmi sulla particolarità del formato da me scelto; l'audiolibro che ha come narratrice Paola Cortellesi.


Come ho accenato nel post sui pro e contro degli audiolibri, erano anni che morivo dalla voglia di mettere le mani, o meglio le orecchie, su questo testo in particolare.
E vi dirò di più, è stato proprio il fatto che fosse Paola Cortellesi a fare da narratrice a convincermi a dare una nuova possibilità a questo formato (e magari anche il desiderio di ascoltare la saga di Harry Potter letto da Pannofino). :P