Recensione: "L'ultimo elfo" Silvana de Mari

Buon pomeriggio Sognatori,
 
superato Halloween con il suo dolcetto o scherzetto, rieccomi qua pronta come sempre a parlavi di un libro davvero particolare. Anche se può sembrare un fantasy per bambini L'ultimo elfo si è rivelato una splendida sorpresa, un racconto toccante e ricco di significato. Insomma un libro che vale la pena scoprire!
 
Titolo: L'ultimo elfo
Autore: Silvana De Mari
Editore: Salani Editore
Prezzo:€ 12,50
Pagine: 316

In una terra colpita da continue piogge l'ultimo elfo, ancora bambino, fugge dal proprio villaggio e incontra un uomo e una donna. I tre vengono colpiti dal pregiudizio che gli uomini che accompagnano un elfo sono da considerare nemici di tutti. La pazienza dell'elfo e l'incontro con un anziano drago riscatteranno i tre perseguitati.


La prima particolarità de L'ultimo elfo è che non si tratta di un racconto facile da inquadrare.  La trama, semplice e ad un primo sguardo infantile, in realtà nasconde argomenti importanti affrontando temi come l'accoglienza, la diversità, la solitudine, l'amicizia attraverso una storia dolce e ricca di emozioni.
Yorsh, ultimo elfo, sta scappando dopo che la sua terra è stata allagata e così si imbatte in una donna umana che, nonostante la natura del piccolo, decide di prenderlo con sè. Poco dopo ai due si aggiungerà un cacciatore e entrambi aiuteranno il piccolo a realizzare il suo destino, ponendo fine all'oscurità che ha avvolto il mondo.
 
Anche se all'apparenza L'ultimo elfo può sembrare un fantasy in realtà a me sembra più vicino al mondo delle fiabe, nonostante da questo universo abbia preso alcune figure come il drago e l'elfo. La storia semplice e abbastanza lineare, priva di colpi di scena e di elementi epici lo rendono infatti un fantasy atipico e al contempo lo avvicinano ai racconti per bambini con eroi/eroine e un cattivo a fare da contraltare.
 
Per questo i vari personaggi da un lato risultano subito familiari nel loro ruolo, ma al contempo sono molto più elaborati grazie ad una ricca caratterizzazione. Tutti loro insegnano qualcosa, lasciano un messaggio ed è questo a rendere speciale questa lettura.
Tra i miei preferiti ci sono Yorsh, il protagonista che durante la narrazione vediamo crescere, cambiare, evolvere perdendo parte dell'ingenuità infantile, acquisendo al suo posto una maggiore capacità di tollerare chi è diverso. Tuttavia il personaggio che mi ha più divertita e commossa è la figura del drago Erbrow dapprima raffigurato come vecchio ipocondriaco, amante dei romanzetti rosa e poi come creatura mastodontica e saggia che, come la fenice, rinasce dalle proprie ceneri. Erbrow, poco prima della fine, insegna al giovane elfo l'importanza del sacrificio con un gesto di grande umanità.
 
L'ultimo elfo è un libro che per qualche ora è stato capace di farmi tornare bambina grazie  ai suoi personaggi meravigliosi e alla sua storia emozionante, ma è anche un libro che dietro la superfice nasconde ben altro. Alternando momento ricci di ironia, tristezza, speranza, ad altri più tristi e dolorosi, l'autrice riesce, grazie ad una scrittura semplice, pulita e diretta, a trasmettere tutti i suoi messaggi utilizzando un genere facilmente accessibile.
 
Per essere il primo libro letto di De Mari L'ultimo elfo si è rivelato una bellissima e graditissima sorpresa!

 

8 commenti:

  1. Felice che ti sia piaciuto, la De Mari mi piace moltissimo! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa autrice è una delle belle scoperte di quest'anno!

      Elimina
  2. Non lo conoscevo ma mi hai incuriosita tantissimo grazie, vorrei proprio leggerlo adesso! ❤️

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te lo consiglio tantissimo, è una storia molto dolce e ben scritta! :)

      Elimina
  3. Ciao!
    Mi ispira tantissimo, lo aggiungo subito alla mia lista :)

    RispondiElimina
  4. non l'avevo mai sentito nominare, davvero interessante questo romanzo =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ti piace il genere, te lo consiglio! ♥

      Elimina