sabato 5 agosto 2017

Recensione: "L'imprevisto" di Elle Kennedy

Hi Readers!
anime perse obbligate a stare in città, quali sono i vostri rimedi contro il caldo?

Io mi sto arrangiando con il ventilatore e la mia fedele bottiglia di acqua ghiacciata per costruire una specie di condizionatore dei poveri. XD
 
Nonostante il caldo però mi sono fatta coraggio e ho acceso il pc per scrivere questa recensione.
Con L'imprevisto si conclude una serie davvero appassionante che ho letto con vero piacere, parlo ovviamente della Campus Serie di Elle Kennedy.
 
Titolo: L'imprevisto
Autore: Elle Kennedy
Editore: Newton Compton Editore
Prezzo: ebook € 5,99
Pagine: 350

Sabrina sta per laurearsi e il suo futuro è accuratamente pianificato: dopo il college, andrà dritta alla scuola di legge, e poi troverà un impiego profumatamente pagato in qualche studio di squali. Il piano per sfuggire una volte per tutte al suo imbarazzante passato di sicuro non comprende un fantastico giocatore di hockey che crede nell'amore a prima vista. Una notte di fuoco incandescente e di inaspettata tenerezza è tutto ciò che è disposta a concedere a John Tucker, ma a volte basta una notte perché tutta la tua vita cambi. Il gioco si è fatto molto più complicato...
Tucker crede nell'importanza del gioco di squadra. Sul ghiaccio sta benissimo lontano dai riflettori, ma quando si tratta di diventare padre a ventidue anni, l’idea di restarsene in panchina è assolutamente fuori discussione. Per fortuna la futura madre di suo figlio è bellissima, intelligente e sa come prenderlo. Il problema è che il suo cuore è blindato, e, con il caratterino che si ritrova, Sabrina è troppo testarda per accettare il suo aiuto. Se vuole una vita con la donna dei suoi sogni, John dovrà convincerla che alcuni gol possono essere realizzati soltanto con il giusto assist.

Protagonista di quest'ultimo capitolo è John Tucker, il ragazzone che fin dal primo libro abbiamo visto prendersi cura dei suoi amici con tanto di grembiule rosa da mamma chioccia.
Se avete letto Il Tradimento sapete già qual è l'imprevisto di cui parla il libro, infatti, essendo le due storie parallele, questo libro spoilera quello che è il nodo centrale intorno a cui ruota la storia tra Tuck e Sabrina. :(

Vi dico subito che tra tutte le coppie conosciute in questa serie, quest'ultima è quella che mi ha convinta meno, perché, nonostante la situazione che affrontano sia la più importante in termini di conseguenze (e quella che ha un reale impatto sulla vita dei protagonisti), è anche quella che ho trovato più noiosa.
Inoltre neanche i personaggi mi hanno colpita particolarmente. Sabrina è una ragazza che viene dai bassi fondi ed è determinata ad uscirne, per questo si impegna così a fondo nello studio. Ha un piano che la porterà ad una brillante carriera in cui non c'è spazio per le distrazioni.
Per questo quando incontra Tuck è convinta che la loro sia l'avventura di una notte, ma tra i due scatta un'attrazione irresistibile con cui la ragazza si troverà presto a fare i conti.

La cosa che non mi è piaciuta di Sabrina è il suo passare 3/4 del libro a farsi mille paranoie inutili basate su sue idee e fantasie, senza passare mai ad un confronto diretto. Capisco il motivo di tanta reticenza, ma da un carattere tanto forte e determinato mi sarei aspettata un po' di decisione in più.
Anche Tuck mi ha fatto storcere il naso. Il suo essere accomodante verso di lei, assecondando ogni suo comportamento, senza mai fare la minima pressione o provare anche solo a dire la sua l'ho trovato un po' deludente.
Ok, non vuole fare pressione a Sabrina e rischiare di perderla, però neanche non esprimere per l'intero libro un'opinione sulla loro situazione mi sembra esagerato, e pure poco verosimile.

Per il resto lo stile della Kennedy è sempre fresco e piacevole e alla fine il libro è godibilissimo, ma nell'insieme della serie è quello che mi ha convinta meno.

Se non lo avete letto e amate i romance con un pizzico di eros vi consiglio questa serie di letture leggerissime, perfette per distrarsi magari stando in spiaggia sotto l'ombrellone.
 

Nessun commento:

Posta un commento