giovedì 24 agosto 2017

Recensione: "Insegnami a vedere l'alba" di Josh Sundquist

Buon pomeriggio Readers,
Anche oggi sono qui con una nuova recensione. Stavolta vi parlo di uno Young Adult tenero, toccante e ironico che non dovete proprio lasciarvi sfuggire.

Titolo: Insegnami a vedere l'alba
Autore: Josh Sundquist
Editore: Giunti
Prezzo:€ 13,00 (ebook € 7,99)
Pagine: 320

Will, pur essendo cieco dalla nascita, decide di frequentare un liceo pubblico, vincendo i timori della madre iperprotettiva. Inizia così un’esilarante tragicommedia: in mensa si siede sulle gambe di un compagno, una ragazza ha una crisi di nervi convinta che lui la stia fissando… Per riparare, Will si offrirà di aiutarla a scrivere un articolo su una mostra di Van Gogh: impresa difficilissima, perché a Will mancano totalmente il concetto di prospettiva, di colore, e Cecil deve spiegargli ciò che vede evitando qualsiasi metafora visiva.
Quando a Will viene offerta la possibilità di affrontare un’operazione sperimentale che potrebbe ridargli la vista il padre, medico, cerca di dissuaderlo perché i casi di successo sono rarissimi e le ricadute psicologiche spesso pesantissime. Ma Will decide di rischiare e le conseguenze, seppur inaspettate e difficili da superare, gli rivoluzioneranno meravigliosamente la vita.
 
Insegnami a vedere l'alba è un libro che parla di diversità, ma che lo fa con ironia e freschezza attraverso un protagonista davvero speciale e ai suoi amici strani, ma divertenti. È un libro che parla di adolescenti, ma non dei campioni di football o delle reginette del ballo, ma di quelli che stanno ai margini.

Will è un ragazzo non vedente che, per appagare il desiderio di normalità e per poter realizzare il sogno di diventare giornalista, decide di trasferirsi dal suo istituto di non vedenti ad un liceo "normale".
Oltre ai problemi di essere il nuovo arrivato, Will deve affrontare le difficoltà legate alla sua situazione e ai pregiudizi della gente, ma racconta la sua avventura con ironia senza piangersi addosso e spingendo anche gli altri a fare lo stesso e a non trattarlo in modo diverso solo perché è cieco.
 
Coinvolgente e appassionante è anche la storia d'amore che piano piano si sviluppa tra Cecily e Will che ha tutta la dolcezza del primo amore.
Tenero, brillante e innamorato della vita Will è un narratore che colpisce e conquista  grazie alla sua positività. Attraverso la sua cecità parla dell'importanza di non giudicare le persone solo in base a come appaiono, anche se una volta recuperata la vista sarà difficile non cadere in questo errore.
Anche Cecily è un personaggio ricco e complesso, una ragazza brillante e intelligente che le continue prese in giro hanno reso titubante e diffidente. La sua insicurezza è il risultato del bullismo con cui lei fa i conti da anni e che ha finito per segnarla.
La sua amicizia con Will le
servirà per prendere coraggio e sicurezza e imparare a guardarsi con altri occhi.
 
Anche se alla fine tutta la parte dell'operazione e della gestione delle conseguenze è un po' banalizzato, Insegnami a vedere l'alba rimane un romanzo appassionante che spinge chi legge a capire il punto di vista di chi è diverso da noi. Grazie al carattere allegro e spigliato di Will, questo libro offre un punto di vista interessante sulla diversità, regalandoci al contempo una storia leggera, colma di ironia a romanticismo.
 

2 commenti:

  1. Ho nominato il tuo blog per il Liebster Award 2017! https://diaryofabookishlife.blogspot.it/2017/08/liebster-award-2017.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille per la nomina! Vado subito a dare un'occhiata!

      Elimina