venerdì 28 aprile 2017

Segnalazione: "Radici in aria" e "Fiore d'acqua"

Buongiorno Lettori,

Queste settimana vi ho segnalato tanti romanzi interessanti. Oggi invece vorrei farvi conoscere qualcosa di diverso presentandovi due raccolte di poesie edite da Lupieditore.

 Titolo RADICI IN ARIA
Autore ALESSANDRO MONTICELLI
Casa Editrice LUPIEDITORE
Prezzo 10 €


Liriche che si assaporano lentamente e che incantano e catturano come dipinti.
Non è un caso che Alessandro Monticelli, autore della suggestiva raccolta poetica “Radici in aria”, edita da Lupi Editore, oltre che poeta sia anche pittore. Il suo verso libero, pennellato da vivaci enjambement, tende a restituirci una rappresentazione fotografica della nostra società osservata con uno sguardo disincantato, disilluso ma non privo di speranza. I toni caldi e sensuali che sgorgano dai suoi versi si fondono a intense malinconie esistenziali, mentre le parole, talvolta aspre e graffianti, tratteggiano e scandiscono situazioni del quotidiano in un intreccio accattivante di sogno e realtà, in una commistione appagante dei sensi. Il tatto, l’olfatto, la vista, tutto ci riporta a una realtà straordinariamente oggettiva, ad una società rappresentata nel suo aspetto più degradante dove non mancano accenti nostalgici e vacui rimpianti

 Breve biografia dell’autore
 
Alessandro Monticelli:
E’ un poeta nato a Sulmona nel 1973 . Diverse le sue raccolte poetiche già edite:
“Medicine Scadute” – Mauro Baroni Editore (Viareggio) – 2004
“Made in Italy” – Edizioni Progetto Cultura (Roma) – 2004
“Favole da un Manicomio” – Il Foglio Editore (Piombino) – 2006 2° edizione 2007
“Concerto di un re minore” – La scuola di Pitagora editrice – 2011
“La pelle fragile” Fontana Editore – 2014.
Dal 1999 inizia la sua poliedrica attività artistica, fondando il duo Monticelli&Pagone ed esponendo opere nelle maggiori città europee.
 

giovedì 27 aprile 2017

Segnalazione: "Fregiate virtù ed inconfessati vizi" di Monica M.

Buondì a tutti!
Che tempo fa dalle vostre parti?
Qui il cielo è grigio grigio e tira un vento freddo, insomma il tempo perfetto per leggere un bel libro spaparanzati sul divano con una tazza di tè fumante.
 
Oggi vorrei presentarvi il nuovo libro di Monica M., autrice che ho conosciuto grazie al suo libro Come un'isola (Se volete QUI trovate la recensione) e leggendo la trama direi che anche il suo nuovo lavoro sembra molto interessante.
 
 
Londra, 1813
Bello e tenebroso, raffinato dandy inglese, Lord Byron domina la scena nel prestigioso salone di Lady Heathcote ed il cuore di Lady Carolina Lamb, una volta sua amante. La donna, sorpresa dal marito invischiata in una sordida storia d’amore con il libertino, viene allontanata da Londra ma il fuoco della passione per l’amato non si affievolisce anzi divampa più che mai. Tornata in città si rende conto però che così non è per lui; egli l’ha già dimenticata. Furiosa per l’indifferenza mostrata da Byron, durante il ballo che li vede nuovamente vicini, Lady Lamb compie un gesto estremo: infrange un calice di cristallo e tenta di tagliarsi le vene, ottenendo da lui unicamente un insulto.
 
 
 
 
 

mercoledì 26 aprile 2017

Recensione: "Un uso qualunque di te" di Sara Rattaro

CONSIGLI LIBROSI CHALLENGE
Consiglio di Daniela Brivio
Un libro di Sara Rattaro

Eccomi di nuovo qua, stavolta per condividere con voi la recensione di un libro triste, triste, triste.


Una famiglia borghese apparentemente serena è quella formata da Viola, Carlo e dalla diciassettenne Luce: grandi occhi spalancati verso il futuro. Distratta madre e moglie, Viola coltiva mille dubbi sul suo presente e troppi rimpianti camuffati da consuetudini. Carlo, invece, è un marito presente e innamorato e la solidità del legame famigliare sembra dipendere soprattutto da lui. È quasi l'alba di una notte di fine primavera quando Viola riceve un messaggio da suo marito che le dice di correre in ospedale. Stava dormendo fuori casa e si deve rivestire in fretta, non c'è tempo per fare congetture, il cellulare ora è scarico e nel messaggio non si dice a quale ospedale debba andare né cosa sia successo. Una corsa disperata contro il tempo, i sensi di colpa e le inquietudini che da anni le vivono dentro. Fino al drammatico faccia a faccia con il chirurgo le cui parole porteranno a galla un segreto seppellito per anni e daranno una sterzata definitiva al corso della sua esistenza.

WWW: Wednesday # 17 -2017

 
 
 
Buon pomeriggio lettori!
Settimana ricca di letture, anche se per la maggior parte sono state molto leggere, mi sento davvero soddisfatta. Pronti a scoprirle insieme?
 
Cosa stai leggendo?
 
 
 
Ho da poco (ma proprio poco) iniziato Traveller, il secondo e ultimo capitolo della serie della Bracken. Per ora non posso dire molto su questo libro, ma la duologia mi sta piacendo molto. Spero non si rovini sul finale!
 
Cosa hai appena finito di leggere?
 
 
 
 
Ho finito la serie di erotici iniziata la scorsa settimana leggendo Troppo bello per dire no e È l'uomo per me. Due letture leggere perfette se si vuole passare una serata senza impegnare troppo la mente, rispecchiando perfettamente le mi aspettative.
Poi mi sono dedicata ad un libro davvero particolare Perdonami se Rido, un bel Made in Italy che sa regalare belle emozioni. QUI trovate la recensione.
Tra le letture che ho preferito ci sono due libri molto diversi; il primo è un divertentissimo racconto per ragazzi con un protagonista che ho adorato Winston un gatto in missione segreta (Qui la recensione), mentre il secondo è un libro della Rattaro Un uso qualunque di te, una lettura stupenda anche se triste, triste, triste.
Infine ho finito Passenger, anche se ho posticipato un po' la lettura rispetto ai progetti dell'ultimo WWW e devo dire che mentre la storia mi è piaciuta, lo stile mi ha convinta un po' meno. Spero di riuscire a postare la recensione tra qualche giorno.
 
Cosa leggerai?
 
 
 
Stavolta ho le idee chiare. Visto che mi è appena arrivato, finito con la Bracken mi tufferò sull'ultimo Hyperversum. Solo il pensiero mi fa andare il cuore a mille!!!!
 
Ecco qua, questa la mia settimana librosa. Come è andata la vostra?

martedì 25 aprile 2017

Recensione: "Winston. Un gatto in missione segreta" di Frauke Scheunemann

CONSIGLI LIBROSI CHALLENGE
Consiglio di Ariel - Un romanzo con un gatto

Buon giorno e Buona festa della Liberazione!!
Oggi vorrei iniziare la giornata con la recensione di un libro super simpatico, perfetto per i lettori giovanissimi, lo consiglio infatti dagli 8 anni in su. Quindi se state cercando un libro da portare in spiaggia per far contenti figli e nipoti o da leggere prima di andare a dormire, non fatevi scappare questa piccola perla. ;)
 
Winston (Churchill) è al cento per cento un gatto da appartamento, coccolato dal suo padrone (il professor Werner) e da Olga, la donna di servizio. Quando però Olga decide di sposarsi e di lasciare il lavoro, la vita perfetta di Winston viene stravolta: dovrà abituarsi alla sorella di Olga, Anna e, ancor peggio, alla figlia dodicenne Kira. Che finiscono per trasferirsi addirittura a vivere a casa del professore! Per il gatto è inammissibile: Winston ama le proprie abitudini e, soprattutto, detesta i bambini.
Kira si rivela però una ragazzina dolce e amichevole, e tra loro nasce una bellissima amicizia. Finché un giorno, durante un temporale, i due si rifugiano nel capanno di un cantiere che viene colpito da un fulmine. Una volta passato lo shock, si rendono conto di essere ancora interi, ma di essere finiti uno nel corpo dell’altro! Per fortuna riescono a comunicare con il pensiero e a darsi vicendevolmente istruzioni per poter vivere l’uno nei panni dell’altra: Winston dovrà andare a scuola, nel corpo di Kira, e interagire con le sue amiche, mentre la ragazzina dovrà vedersela con gli altri gatti del cortile, non particolarmente socievoli con Winston. Come se non bastasse, l’ex fidanzato della mamma di Kira si è cacciato in giri loschi e sta cercando di ricattarla… Riusciranno i due amici a smascherarlo? Ma, soprattutto, riusciranno a scambiarsi e a tornare a essere di nuovo loro stessi?

lunedì 24 aprile 2017

Segnalazione: "Un bacio a cinque stelle" di Flora A. Gallert & Claudia Crocioni

Carissime amiche ed amici del blog oggi vorrei segnalarvi un romanzo YA scritto a quattro mani; Un bacio a cinque stelle. Un libro che promette un sacco di belle emozioni, siete pronti a scoprirlo?


 
Giulia e Luca sono amici da una vita e frequentano lo stesso collegio svizzero per giovani facoltosi. Durante un viaggio a New York, un attentato terroristico li costringe a convivere a stretto contatto nel lussuoso hotel dove soggiornano.
L'irrazionalità, la spavalderia e i tormenti interiori di lui, si scontreranno con la bellezza, l'ingenuità e i valori di lei. Un continuo contrasto di momenti agro-dolci che cambierà per sempre le note regole dell'amicizia tra uomo e donna.

Tra baci rubati, promesse infrante e gelosie, riuscirà il tenebroso Luca a rinunciare a tutto per lei?


Titolo: Un bacio a 5 stelle
Autori: Flora A. Gallert & Claudia Crocioni
Serie: BitterSweet, New York
Genere: Romance Young Adult – autoconclusivo 
Prezzo e-book: €1,49/Gratis con Kindle Unlimited – Solo su Amazon 
Prezzo cartaceo: €9,99 (disponibile in tutti i principali store e prenotabile in libreria)
Link d’acquisto: http://amzn.to/2oV6ROO

sabato 22 aprile 2017

Recensione: "Perdonami se rido" di Chiara Cerri

Posso dire una cosa?
Brrrrrrrrr! Ma che è 'sto freddo?!
Altro che prova costume, qui ci vuole la tuta da sci.
 
Con l'immancabile tazza di tè bollente al mio fianco, oggi vorrei parlarvi di un libro che mi è stato inviato un mesetto fa ( approfitto per ringraziare l'autrice, Chiara Cerri, per l'omaggio). Perdonami se rido è una storia molto bella che mi ha colpito per il suo essere speciale nel raccontare la quotidianità.

Cosa succede a Viareggio a settembre, quando l'estate è ormai finita e il Carnevale è ancora lontano, quando gli ombrelloni lasciano spazio all'odore del salmastro e alla malinconia? Ce lo raccontano Elena, barista part-time e aspirante ballerina, sua madre Eleonora, in bilico tra i rimpianti del passato e le utopie di un futuro idealizzato, Ivano, belloccio vincitore di un concorso televisivo che rinnega le sue origini, Rino, manovale vedovo in tempo di crisi, e suo figlio Jacopo, alla faticosa ricerca di uno spazio per sé tra la pineta e il mare. Personaggi diversi, storie diverse ma che finiscono inevitabilmente a incrociarsi tra loro, come può succedere solo in provincia. Ambientato in una Versilia "che è come Orange County, ma senza l'Orange", il romanzo di Chiara Cerri è semplice ma anche ambizioso, riflessivo ma anche svagato, malinconico ma anche genuinamente divertente; la chiave di lettura di "Perdonami se rido" è nello stesso titolo: quell'arte tutta italiana di stemperare i momenti più difficili con una risata.