giovedì 16 febbraio 2017

Recensione: "L'Accademia del Bene e del Male" di Soman Chainani

CONSIGLI LIBROSI CHALLENGE
Un libro consigliato da RowanL'accademia del Bene e del Male

Sono emozionataaaa! Prima recensione della Challenge, che vi devo dire?
Bello! Bello! Bello!
Me lo hanno detto in molti, ma io sono una miscredente e finché non vedo non credo. Quindi ora posso consapevolmente dire che questo libro è davvero fantastico, un mix perfettamente riuscito di fantasy e fiaba. Però (... ebbene sì c'è un però) ha un difetto, un difetto enorme.
Ma dico io, non si può mettere in copertina una frase che ti spoilera il primo (e centrale) colpo di scena.
 
Ma vediamo una cosa alla volta e iniziamo dalla trama.
 
Sophie e Agatha sono da sempre amiche del cuore e non vedono l'ora di scoprire cosa significhi studiare nella leggendaria Accademia del Bene e del Male, dove ragazze e ragazzi normali vengono preparati a diventare gli eroi e i cattivi delle fiabe. Con i suoi eleganti abiti rosa, le scarpette di cristallo e la passione per le buone azioni, Sophie sa che otterrà ottimi voti nella Scuola del Bene. Agatha invece, con i vestiti neri e informi e il carattere scontroso sembra una perfetta candidata per la Scuola del Male. Quando arrivano all'Accademia le due ragazze fanno una scoperta sorprendente: Sophie finisce nella Scuola del Male a seguire lezioni di Imbruttimento, Trappole mortali e Storia della Cattiveria, mentre Agatha si ritrova nella Scuola del Bene, a lezione di Etichetta principesca. Si tratta di un errore? O forse il loro autentico carattere è diverso da ciò che tutti credono? Per Sophie e Agatha comincia un viaggio in un mondo straordinario, dove l'unico modo per uscire dalla fiaba è viverne una fino alla fine.

Bene contro Male. Principesse vs Streghe. Sempre e Mai.
Queste sono le fazioni in gioco in questa storia, i due lati che da sempre colorano il mondo delle fiabe. E in questo mondo troviamo Sophie, una ragazza bellissima, con grandi occhi azzurri e morbide onde dorate, che ama vestirsi di rosa e sogna il suo "...e vissero sempre felici e contenti", e Agatha che bruttina, schiva e solitaria, vive in un cimitero e veste sempre di nero.
Mentre Sophie aspetta con ansia il momento in cui il Gran Maestro verrà a prenderla per portarla alla scuola, Agatha è contraria, non crede che l'accademia esista, ma soprattutto non vuole separarsi dalla sua migliore (e unica) amica. Lo scopo delle due scuole infatti è quello di formare i futuri buoni e cattivi, così che una volta diplomati questi possano scontrarsi e dar vita alla loro fiaba, e a tutti basta un'occhiata per capire chi tra le due sia destinata all'Accademia del Male e chi sia destinata all'Accademia del Bene. Però la fatidica notte qualcosa va storto e per un fantomatico errore entrambe le ragazze si ritrovano a vivere nel ruolo dell'altra.
 
Questo libro è fantastico perché sovverte tutti i ruoli, riesce a farti adorare i personaggi delle fiabe che da piccolo avresti odiato, e a farti storcere il naso davanti alle principesse snob che sembrano non avere niente nella testa.
 
L'accademia del bene e del male è un bellissimo fantasy per ragazzi, un libro perfetto per passare da letture semplici a qualcosa di più articolato e complesso, senza perdere la familiarità con il mondo tipico dell'infanzia. Principi, principesse, streghe, lupi mannari, fate... a questa storia non manca niente.
Cuore centrale della storia è l'amore, non quello per un principe azzurro, ma quello per l'amica più cara, quella a cui non puoi davvero rinunciare nonostante tutto sembri dirti che non vale la pena impegnarsi per quel rapporto.
 
Agatha e Sophie sono il cuore pulsante di questo racconto sia prese singolarmente, che insieme. Il loro rapporto viene stravolto, messo alla prova, piegato fino quasi al punto di rottura.
Tra le due ragazze è senza dubbio l'ombrosa e solitaria Agatha a risultare più simpatica, con il suo non voler piacere a tutti i costi e l'attaccamento sincero che fin da subito dimostra verso Sophie, che invece si distingue dimostrandosi egoista, arrogante ed egocentrica.
Ognuna delle due compirà all'interno dell'Accademia un percorso di scoperta di sé, di crescita personale, imparando infine ad accettarsi per come è non per come appare, ma soprattutto imparando a non rassegnandosi a interpretare passivamente il ruolo che gli è stato assegnato dagli altri.
Alla vicenda delle due protagoniste si lega anche il mistero che avvolge il Gran Maestro e l'origine dell'Accademia stessa, un mistero che alla fine non mancherà di rivelare un bel colpo di scena.
 
Pur essendo il primo libro di una trilogia, L'Accademia del Bene e del Male può essere letto benissimo come storia autoconclusiva perché il finale, pur aprendo ad un seguito, non lascia nessuna questione in sospeso.
 
L'autore riesce a mantenere alta l'attenzione attraverso i molti colpi di scena e a descrizioni davvero suggestive. Il linguaggio semplice e spigliato fa sì che le pagine scorrano velocemente.
 
Un finale scoppiettante e non scontato, dove il lieto fine è dato e poi tolto (forse), conclude questo primo capitolo davvero entusiasmante.
L'Accademia del bene e del male è un libro pieno di emozioni e sentimenti, con momenti divertenti, altri romantici e altri pieni di azione. Insomma è un libro che sono sicura saprà accontentarvi tutti!
 


 *****
5/5
 
Titolo: L'accademia del bene e del male
Autore: Soman Chainani
Editore: Mondadori
Pagine: 501
Prezzo: € 9,90
 
 
 

8 commenti:

  1. Voglio leggerlo tantissimo! Sto aspettando che mi arrivino tutti e tre dalla biblioteca così da poterli leggere uno di fila all'altro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il secondo ancora non l'ho iniziato (ma me lo sono già procurato), però non vedo l'ora. Il finale non crea suspance, ma la storia dà dipendenza!! XD

      Elimina
  2. Sono felicissima che ti sia piaciuto! *O* ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ^_^ Grazie mille per il consiglio!!!! :*

      Elimina
  3. Ne ho sentito parlare molto bene in giro e le tue parole non fanno che confermare la mia iniziale curiosità. Bellissima recensione! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Antonietta! Per essere un libro per ragazzi l'ho trovato davvero originale e ben scritto. 😊

      Elimina
  4. Ciao! :) Sono davvero contenta che ti sia piaciuto. Non sono ancora riuscita a leggerlo, ma è in wish list da una vita e spero di riuscire a rimediare molto presto! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono sicura che ti piacerà. In più adesso con gli Oscar Mondadori sono davvero presi benissimo!

      Elimina