venerdì 10 giugno 2016

Recensione: "La moglie dell'uomo che viaggiava nel tempo" di Audrey Niffenegger

Non ricordo come sono incappata in questo libro, ma è stato il titolo ad incuriosirmi. La trama poi ha fatto il resto.
 
Clare incontra Henry per la prima volta quando ha sei anni e lui le appare come un adulto trentaseienne nel prato di casa. Lo incontro di nuovo quando lei ha vent'anni e lui ventotto. Sembra impossibile ma è proprio così. Perché Henry DeTamble è il primo uomo affetto da cronoalterazione, uno strano disturbo che lo porta a viaggiare nel tempo. A volte sparisce per ritrovarsi catapultato nel suo passato o ne suo futuro. È così che incontra quella bambina destinata a diventare sua moglie quando di fatto l'ha già sposata, o sua figlia prima che sia nata...

"La moglie dell'uomo che viaggiava nel tempo" è un libro difficile da classificare. Non è il classico romanzo rosa, benché racconti una storia d'amore, e non è un fantasy, nonostante il protagonista viaggi nel tempo. In realtà questo libro è il diario di bordo di un amore dove sono riportate le date e gli avvenimenti principali della loro storia dal punto di vista di entrambi i protagonisti.
 
Clare conosce Henry da quando ha 6 anni, ma lui la vedrà per la prima volta solo quando lei ne avrà 20. Come è possibile? Semplice, Henry, suo malgrado, può viaggiare nel tempo e in più di un'occasione tornerà a quando la moglie era ancora bambina. Questo dettaglio, se così lo si può chiamare, rende il loro primo appuntamento peculiare, perché Clare conosce benissimo l'uomo che ha davanti, mentre per lui la donna è una perfetta sconosciuta, anche se capisce subito che c'è qualcosa di speciale che lo lega a lei.
 
Sembra un po' intricato ed in realtà lo è. Tra continui sbalzi temporali, dove l'Henry presente, passato e futuro a volte si confondono, si deve avere l'accortezza di prestare attenzione alle date che precedono la narrazione, solo così tutte le tessere trovano il loro posto. E tra ora e allora quella che tra le pagine prende vita è il racconto di una grande storia d'amore che va oltre i limiti del tempo. Clare fin da piccola sa che per lei l'uomo giusto è Henry e quell'amore, per quanto difficile e inusuale, le dà la forza di sopportare la distanza e le assenze che la malattia del marito impongono, nonché le prove che il destino le mette davanti. Non è sempre facile essere la moglie di un uomo che senza preavviso sparisce nel nulla per finire chissà quando, chissà dove.
Anche Henry capisce velocemente che, nonostante le mille donne avute, Clare è diversa, è quella giusta e farà di tutto per renderla felice e riparare a quella malattia che rende la loro vita anormale, costringendola spessa ad aspettarlo.
 
Se amate le storie d'amore quella tra questi protagonisti non vi deluderà, perché il sentimento che li unisce trascende il tempo e supera ogni ostacolo.
Niffenegger ha scritto un libro molto bello, le cui pagine scivolano dolcemente, ma manca quell'emozione intensa che darebbe alla storia quel ritmo incalzante in grado di incollarti alle pagine. Mentre stavo leggendo mi sono accorta che pur non trovandolo noioso, non provavo quel desiderio smanioso di continuare, di fare le ore piccole. Più volte ho interrotto la lettura senza grandi rimorsi.
Il problema di "La moglie dell'uomo che viaggiava nel tempo" è la lunghezza a tratti eccessiva. In più di un punto il libro si dilunga troppo col risultato di diluire le emozioni che dovrebbe suscitare. Manca il pathos, la passione che in genere accompagnano le storie che parlano di un grande amore.
Inoltre, almeno all'inizio, si fa un po' fatica a seguire tutti gli sbalzi temporali, che d'altra parte hanno il merito di trasmettere fin troppo bene quel senso di instabilità e confusione che caratterizza la via di Henry e Clare.
 
Sul finale non mi pronuncio. Vi dico solo che, nonostante sia svelato con un centinaio di pagine di anticipo, non toglie niente alla narrazione.
 
"La moglie dell'uomo che viaggiava nel tempo" non è un libro che va divorato tutto in una volta, ma gustato lentamente, perché solo così se ne può cogliere la bellezza.
 
 
CARINO, MA...
 
 
Titolo: La moglie dell'uomo che viaggiava nel tempo
Autore: Audrey Niffenegger
Editore: Mondadori
Pagine: 503
Costo: € 10,00
 
 

Nessun commento:

Posta un commento