mercoledì 16 marzo 2016

Recensione: "Una presenza in quella casa" di Paige Mckenzie

READING CHALLENGE
N° 45 - Un libro che fa parte di una serie

Ciò che mi ha incuriosita di questo libro, oltre alla copertina, è il fatto che è stato tratto da una web series "The Hunting of Sunshine Girl".
 
Tutto comincia nel 2010, quando una sedicenne simpatica e carina posta su YouTube un brevissimo filmato: "Ragazzi, so che vi sembrerà strano" e confessa il sospetto che la casa in cui si è appena trasferita con la madre sia infestata dai fantasmi. La madre non le crede e lei decide di documentare il fenomeno scattando foto.
Il romanzo dona profondità al racconto che ha stregato così tanti seguaci. Sunshine, questo il soprannome della ragazza, percepisce la risata di una bambina, nota oggetti spostati in casa e arriva a convincersi che in passato una bambina di sette anni sia stata affogata nel bagno del piano di sopra. Kat, la madre adottiva con cui Sunshine ha sempre avuto un rapporto molto aperto e affettuoso, insiste nel dire che è tutto frutto di immaginazione e comincia a comportarsi in modo sempre più incomprensibile, inquietante. C'è solo una persona che le dà credito: Nolan, un compagno di liceo che condivide la sua passione per la fotografa ed è disposto ad affiancarla per studiare i vecchi casi di cronaca nel tentativo di capire cosa stia davvero succedendo. La tensione sale inarrestabile e Sunshine capirà che sua madre è in pericolo e ciò che credeva di sapere del proprio passato è tutto da riscrivere.


 
"Una presenza in quella casa" ha un inizio di forte impatto, uno di quelli che sa accendere la curiosità di chi legge. La storia è un giusto mix tra una classica ghost storie e idee nuove, e dà vita ad un romanzo sovrannaturale che, pur appassionando, non arriva a toglierti il sonno.
Nonostante una delle critiche promettesse
"Un racconto che ti scivola alle spalle, una gelida mano bianca che ti afferra la spina dorsale e non la molla. Leggetelo se ne avete il coraggio, ma non ditemi che non vi avevo avvertito"

io non ho avvertito questa inquietudine. Non mi si sono drizzati i capelli in testa, nonostante lo abbia letto al buio e con una tempesta da film horror a farmi compagnia. Probabilmente "Una presenza in quella casa" è una lettura adatta ad un pubblico più giovane, ma che comunque può essere apprezzato anche da chi, come me, è più grandicello.
In ogni caso questo libro mi è piaciuto molto. Paige McKenzie ha una scrittura pulita e scorrevole, caratterizzata da frasi brevi che creano un ritmo incalzante. Anche i personaggi sono ben descritti fin dal principio, tanto che risultata facile cogliere i loro cambiamenti mano a mano che la storia va avanti (soprattutto quelli nella madre di Sunshine).
Nonostante non sia un'amante del soprannaturale, ho davvero apprezzato "Una presenza in quella casa", un libro bello e avvincente fino all'ultima pagina. Leggerò sicuramente anche il prossimo volume e nel frattempo mi guarderò la web serie.
 
 
 
Titolo: Una presenza in quella casa
Autore: Paige McKenzie
Editore: Giunti
Pagine: 303
Costo: € 16,00

2 commenti:

  1. Ehhh lo sapevo ! Lo devo leggere !!! Io ci vado a nozze con questo genere di storie le adoro !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È davvero un bel libro, scorrevole e ben scritto. Ti lascia con la voglia di leggerne di più!! ;)
      Sono sicura che ti piacerà!

      Elimina