lunedì 24 luglio 2017

Recensione: "Alice through the looking glass" di Alessia Coppola

Reading Challenge: Consigli librosi
Un libro di Dunwich Edizioni

Hi Readers!
Vi chiedo scusa in anticipo per lo stato del post e per le eventuali sviste, ma il pc fa i capricci per cui devo affidarmi allo smartphone.
Oggi provo a formattarlo, sperando che si risolva tutto.

Ultimamente sto facendo un po' di casino con le recensione, le scrivo (e le posto) in ordine random rispetto al momento in cui finisco di leggere il libri.

Vi ricordate che qualche mese fa vi ho parlato di Alice from Wonderland di Alessia Coppola? Bene, oggi voglio parlarvi del seguito che include Blue Dream, Oltre lo spazio e il tempo e Alice though the looking glass. Insomma quando ho ripreso in mano il maxi volumone con la serie completa non l'ho più lasciato e adesso vi spiego bene il perché.



Titolo: Alice through the looking glass
Autore: Alessia Coppola
Editore: Dunwich Edizioni
Prezzo: € 20,00 (serie completa)
Pagine: 260


C’è un mondo alla rovescia oltre lo specchio, un luogo oscuro in cui dimorano le ombre e una regina dal cuore nero: Mechanicland, il Regno di Ferro.
Alice è la sola che può sconfiggerlo, la sola a possedere la chiave. In una lotta a cavallo tra le due dimensioni, scoprirà il coraggio e il valore.
Ma ci sarà qualcuno ad aiutarla, un principe misterioso e la sua corte di fate.
La superficie dello specchio ha iniziato a incrinarsi, preparatevi a valicare il confine. Lucidate le lame, impavidi lettori: la battaglia nel Regno di Ferro ha inizio.


Subito dopo il capitolo iniziale della saga ,dove incontriamo una Alice piuttosto confusa e smarrita alla ricerca di se stessa e dei suoi matti, la Coppola ci regala due piccole perle. Se infatti Alice from Wonderland e though the looking glass, sono un retelling del classico di Carroll, Blue Dream e Oltre lo spazio e il tempo sono opere del tutto originali, dove il focus si sposta dalla nostra protagonista ad uno dei personaggi più conturbanti rielaborati dall'autrice, Algar.

Chi ha letto almeno il primo libro sa che nella versione della Coppola i personaggi di Carrol usciti da Wonderland entrano nel nostro mondo assumendo sembianze umane, senza per questo perdere un'oncia del fascino originale. Infatti l'autrice crea un mix perfetto tra originalità e familiarità, rendendo i personaggi al contempo nuovi e riconoscibili. Sarà infatti semplice riconoscere in Edgar il Cappellaio o in Wade lo Stregatto, ma quello destinato ad attirare maggiormente l'attenzione del lettore è il Brucaliffo che fin dalla sua comparsa è avvolto da un'aura di fascino che porterà il lettore, come Alice, ad amarlo ed odiarlo in egual misura.
Si perché nonostante Algar si ponga fin dall'inizio come antagonista, con i suoi modi cospiratori, i suoi disegni, la sua ossessione, dall'altro dimostra anche di avere un lato tenero che troverà la sua rivalsa in Blue Deep e Oltre lo Spazio e il tempo, dove sono passata da una tiepida diffidenza all'adorazione.
Quindi, qui lo dico ad imperitura memoria, Algar è senza dubbio il personaggio della serie che ho preferito!!

Non vi dico niente della trama perché farei spoiler come se non ci fosse un domani, ma sappiate che sono i racconti che ho amato di più.
E si, non nego di aver fatto all'inizio il tifo per Edmund, perché in fondo il Cappellaio ha da sempre un suo fascino innegabile (cosa per cui dobbiamo ringraziare anche Jhonny Deep), ma Algar non si batte.

(Se ve lo steste chiedendo Edmund sta al terzo posto, perché al secondo, nella classifica dei più amati, c'è Wade, il misterioso ed evanescente stregatto)

E ora che ho sposato lo spirito di We are all crazy here, continuiamo con la recensione.


In Alice Through the looking glass l'attenzione torna a concentrarsi su Alice che viene sempre più turbata da degli strani sogni che la trasportano in un mondo oscuro e spaventoso, dove fa degli incontri che scuotono sempre più la povera ragazza. Mano a mano che andranno avanti e che questi incubi si riveleranno reali, Alice avrà difficoltà a tornare nel mondo reale e così, per poter tornare padrona della sua vita, non le resta che scoprire cosa c'è dietro a questo universo misterioso e cosa fare per tornare a casa una volta per tutte.

In questa nuova avventura scopriamo quindi una nuova terra, oscura e terrificante tanto quanto folle e divertente è Wonderland, in cui Alice rischia di rimanere intrappolata per sempre. Infatti ogni volta che cade addormentata, attraverso il sogno, si ritrova lì, scoprendo però al suo risveglio che ciò che le succede è reale. Spaventata ed in cerca di risposta lei e i suoi matti cercheranno di risolvere il mistero, finendo per chiedere aiuto all'ultima persona di cui pensavano di potersi fidare.

Tra Regine oscure e figure conturbanti Alice through the looking glass regala una avventura ricca di misteri che sa trasportare il lettore in un nuovo travolgente mondo.

Che posso dirvi di più?
Se avete amato il classico di Carroll, non fatevi scappare questa rilettura che saprà coinvolgervi e stupirvi fino ad arrivare ad un finale dolce ma non troppo, che lascia spazio a nuove entusiasmanti avventure.

⭐⭐⭐⭐

Nessun commento:

Posta un commento