giovedì 15 giugno 2017

Recensione: "Graceling" di Kristin Cashore

Dopo qualche giorno di assenza eccomi di ritorno con la recensione di un bel fantasy adattissimo ai ragazzi a partire dai 10 anni. Siete pronti a scoprirlo?
 
Ogni tanto, nei Sette Regni, nasce un bambino con un Dono speciale: Katje è capace di uccidere chiunque a mani nude e suo zio, re Rand di Middluns, la sfrutta per eliminare i suoi nemici. Raggiunta la maggiore età, la ragazza si mette alla testa di una società segreta con lo scopo di contrastare i piani dello zio e di proteggere i più deboli. Quando Katje incontra un misterioso e affascinante straniero, Po, anch’egli dotato di uno straordinario Dono, fra i due si instaura un forte legame che si trasforma a poco a poco in amore. I due scopriranno verità inimmaginabili e dovranno sciogliere un intrigo che mette a rischio la sicurezza di tutti i Sette Regni.

La prima caratteristica di Graceling che mi è piaciuta è che si tratta di un fantasy autoconclusivo. Infatti anche se l'autrice ha poi scritto un romanzo che può essere visto come un seguito e un prequel, i protagonisti delle tre storie sono diversi e ogni vicenda è a se stante, a rimanere costante è il mondo in cui si muovono.
 
In questo romanzo la vicenda si concentra su Katje, graceling il cui dono viene usato dal re suo zio per assestare terribili punizioni a chiunque osi contraddirlo o sfidarlo. La ragazza è abilissima infatti in ogni tipo di combattimento, ma queste sue capacità la fanno sentire isolata. Le persone infatti la temono e, se possono, cercano di evitarla.
Katje stufa di eseguire gli ordini del re da tempo è parte di una società segreta che mira a proteggere gli innocenti e proprio per questo si ritrova una sera a salvare un Linden, ovvero un abitante di un regno vicino. Questo sarà l'inizio di un grosso cambiamento per la ragazza che scoprirà che l'uomo non è una persona comune e che dietro il suo rapimento si nasconde un complotto più oscuro.
 
Considerando che si tratta di un fantasy per giovanissimi, Graceling ha una trama semplice e piuttosto lineare, ma non per questa noiosa. A ravvivarla ci sono lotte, fughe, combattimenti e misteri che invogliano a continuare la lettura.
Anche i personaggi sono caratterizzati seguendo canoni ben precisi, ma tuttavia risultano ben delineati nel fisico come nel carattere. Tutta la storia ruota principalmente intorno a Katje, che ovviamente è il personaggio che attira maggiormente l'attenzione sia per la particolarità del suo dono che per il conflitto interno che fin dalle prime pagine la caratterizza.
 
Un'altra cosa che mi è piaciuta molto di Graceling è, oltre ad un linguaggio semplice ma ricco, è il fatto che la Cashore ha saputo dosare abilmente descrizioni, dialoghi e azione, rendendo così la storia ben equilibrata.
 
L'unico elemento di complessità è rappresentato da una geografia piuttosto ricca. Presentata sommariamente per definire il contesto in cui si muovono i personaggi, l'autrice descrive tutto insieme i vari regni, i confini che li separano e le dinamiche che li legano e non essendo accompagnata da una mappa, l'insieme della spiegazione può risultare un po' caotico.
Ma come sapete spesso sono io ad essere troppo puntigliosa.
 
Graceling è un fantasy che mi sento assolutamente di consigliarvi in quanto offre una storia vivace che sa appassionare, ma soprattutto ben curata a livello linguistico.
****
4 su 5
 
Titolo: Graceling
Autore: Kristin Cashore
Editore: DeAgostini
Pagine 497
 
 

6 commenti:

  1. Anche per me è pienamente promosso! Sicuramente adatto ai più giovani!

    RispondiElimina
  2. Vorrei tanto leggerlo, ma ho una TBR da far paura >.<, comunque l' aggiungo lo stesso XD, comunque recensione dettagliata =)!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non me ne parlare, ogni volta che scorro la mia diventa più lunga (chissà come mai XD)!!!

      Elimina
  3. per questo mi piace gironzolare tra i blog, scopro un sacco di libri nuovi da leggere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono totalmente d'accordo con te. Grazie ai blog ho scoperto tantissimi libri stupendi!

      Elimina