lunedì 6 febbraio 2017

Recensione: "Il contratto" Elle Kennedy

Togliamoci subito il dente. Si, la trama di questo romanzo è tipica del genere rosa, assolutamente qualcosa di già sentito. Mano a mano che la vicenda si sviluppa ritroviamo problemi già visti, idee già ampiamente sfruttate. Dunque perché leggerlo?
Semplice, perché vi farà battere il cuore.

Hannah Wells è una studentessa modello. Una di quelle ragazze intelligenti che al college non godono di nessuna popolarità. Ora si è presa una bella cotta per il ragazzo più fico della scuola, ma c’è un problema: per lui Hannah non esiste. Come fare per farsi notare? Garrett Graham è un bad boy, ed è anche uno dei ragazzi più popolari della scuola, grazie alle sue imprese sul campo da hockey. Ma le speranze di un grande futuro rischiano di andare in fumo perché i suoi voti sono troppo bassi. Avrebbe bisogno di un aiuto per superare l’esame finale e poter diventare un giocatore professionista…E allora è naturale che i due stringano un patto. Hannah sarà la tutor di Garrett fino alla fine dell’anno. In cambio, Garrett fingerà di uscire con lei per accrescere la sua fama: a quel punto tutti la noteranno di sicuro. Ma qualcosa va storto e quel bacio in pubblico, tra Hannah e Garrett, non sembra poi così falso…

Il primo buon motivo per leggere Il contratto è Garrett, il protagonista maschile. Spigliato e spiritoso, mi ha fatta morire dal ridere. Fin dall'inizio dimostra di essere un tipo che non sa accettare un no come risposta e infatti tormenta la povera Hannah finché non accetta di fargli da tutor.
Ignorando lo stereotipo dello sportivo tutto muscoli e niente cervello, Garrett dimostra di essere un ragazzo sensibile ed intelligente, che a dispetto delle apparenze non ha avuto una vita facilissima.
Anche Hannah deve fare i conti con una brutta esperienza nel suo passato. Vittima di uno stupro al liceo, ha problemi nell'avere una relazione intima soddisfacente, ma nonostante questo non si piange addosso né si da per vinta e, determinata ad essere felice, decide di aiutare Garrett affinché lui l'aiuti a conquistare Justin, uno dei ragazzi più belli del campus.
E qui ammetto di essermi fatta trarre in inganno. Perché all'inizio ero davvero convinta che il ragazzo di cui parla la trama fosse Justin e invece poi arriva la narrazione attraverso il punto di vista di Garrett per chiarire che mi sbagliavo. Lì per lì ci sono rimasta male, ma sono bastate poche, pochissime pagine per farmi conquistare. Garrett è incredibile!
Altro elemento a favore de Il contratto è il fatto che la storia tra Hannah e Garrett non è affrettata. L'antipatia iniziale non si trasforma in amore in poche pagine quasi per magia, ma il cambiamento avviene piano piano mano a mano che i due si conoscono.
Oltretutto il rapporto tra i due, pur essendo dolcissimo, non è mai melenso, ma anzi è frizzante e divertente. I dialoghi tra Hannah e Garrett sono spigliati e aggiungono alla tensione tipica del romance un po' di brio che non guasta mai.
La scelta di far alternare il punto di vista dei due protagonisti è azzeccata perché permette di capire e conoscere meglio entrambi. Avendo alle spalle una storia difficile, assistere ai loro pensieri permette al lettore di cogliere meglio la loro psicologia e capire quindi le motivazioni che stanno dietro ai loro comportamenti.
L'unico difettuccio è in quello che dovrebbe essere il momento saliente dalla storia, quando compare l'antagonista che si frappone fra i due amanti. Non scendo nei dettagli perché non mi piace fare spoiler, però anche qui l'idea è già trita e ritrita, anche se ho apprezzato il fatto che sia stata sviluppata senza melodrammi interiori.
L'unica cosa è che da Garrett, che è diventato quasi uno stalker per avere ripetizioni, mi sarei aspettata un po' più di ostinazione nel parlare con Hannah. Però ho trovato la sua idea nel gestire la scelta di lei, semplicemente brillante, tipica di Garrett! :)
Nonostante rimangano sullo sfondo, anche i personaggi secondari sono ben delineati con pochi tratti significativi. In particolare gli amici di Garrett risultano chiaramente identificabili fin dall'inizio e sono uno più adorabile dell'altro. 😊
Il contratto è un romance carino, spigliato e divertente, dove sono i personaggi a fare la differenza. Se cercate una lettura leggera, romantica, ma che sappia anche farvi sorridere, direi che questo è il libro per voi!
Non vedo l'ora di leggere altro di questa serie (e spero tanto tanto tanto che uno dei prossimi protagonisti sia Logan!

✴✴✴✴
Titolo: Il contratto
Autore: Elle Kennedy
Editore: Newton
Pagine: 377
Prezzo: € 0,99

4 commenti:

  1. Ciao Alisya! Ammetto di aver già sentito tante di queste storie per la serie "Cominciò per finta..."
    Comunque almeno qui i personaggi sembrano originali e ben costruiti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia! In effetti sono proprio i due protagonisti a fare la differenza. Hannah e Garrett sono simpaticissimi! ^_^

      Elimina
  2. Ciao, sono nuova del tuo blog, e ho iniziato a seguirlo, mi piace molto!

    Volevo proprio leggerlo questo libro, adesso dopo la tua recensione sarà sicuramente tra i prossimi romanzi che leggerò!

    Se ti fa piacere trovi il mio blog qui: Lettrice di Libri ti aspetto per un saluto!

    A presto,
    Annalisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Annalisa! Grazie per i complimenti e benvenuta! ^_^
      Il libro è davvero molto carino e ho appena scoperto che il 27 esce il secondo con protagonista Logan, non vedo l'ora!
      Passo subito da te! :)

      Elimina