sabato 17 dicembre 2016

Recensione: "Come sposare un milionario" di Curtis Sittenfeld

 
Ero scettica, lo riconosco.
Voglio dire la rivisitazione di uno dei libri più amati e conosciuti, quante probabilità c'erano che fosse all'altezza? Eppure devo dire che mi sono dovuta ricredere.
 
Il matrimonio è sopravvalutato. Almeno è così che la pensa il Signor Bennet, padre di cinque splendide figlie - tutte ostinatamente nubili - e marito di lungo corso di una donna ingombrante. Ma quando Chip Bingley, scapolo tra i più ambiti, fa ritorno a Cincinnati, niente e nessuno può contenere la frenesia che come una febbre si impossessa della Signora Bennet. L'eccitabile e invadente matriarca, infatti, è pronta a tutto pur di vedere sistemate almeno le maggiori tra le sue ragazze: la dolce Jane, maestra di yoga ormai vicina ai quaranta e tormentata dal desiderio di un figlio, e l'inquieta Lizzie, giornalista residente a New York e single part-time. Poco importa che problemi ben più pressanti minaccino la serenità della famiglia ... Sull'orlo della rovina economica, incalzate da mille imprevisti e complicazioni, riusciranno le sorelle Bennet a sopravvivere a quel ciclone chiamato amore?

Ok, è vero il libro non è proprio all'altezza dell'originale. La Austen è e sarà sempre inimitabile, però Come sposare un milionario mi è piaciuto tanto. La Sittenfeld ha saputo mantenere le caratteristiche del romanzo principale, aggiungendo quel pizzico di modernità che lo ha reso originale.
 
Il grande merito di Orgoglio e Pregiudizio non sta nella trama inedita, ma nell'essere un ritratto fedele della società dell'epoca. Grazie al libro della Austen è facile capire come funzionassero i rapporti sociali o come si vivesse la quotidianità di un tempo ormai lontano. La sfida dunque era proprio questa riproporre una trama che rispecchiasse un romanzo di più di cento anni fa, facendolo diventare il ritratto dei nostri tempi ed in questo la Sittenfeld ha fatto centro.
In Come sposare un milionario non è una copia dell'originale infatti ritroviamo le sorelle Bennett più grandicelle e non propriamente in cerca di marito. C'è Liz che ha una storia con un uomo sposato, Jane alle prese con il desiderio di maternità anche se non ha un compagno, Lidya e Kitty frivole e fissate con lo sport, mentre Mary è una femminista convinta. Nonostante questi cambiamenti però ho ritrovato in ognuna di loro i caratteri che avevo imparato a conoscere, l'impulsività di Lidya, il buon carattere di Jane, la forza di Liz, così come l'esasperante superficialità di Ms Bennet e l'insofferenza di Mr Bennet, il cui matrimonio alla luce della nostra società appare sotto un'altra forma.
Lo stesso ovviamente vale anche per le controparti maschili, Mr Bingley e la sua incostanza e l'intramontabile Mr Darcy con il suo affascinante aplomb.
 
Le vicende narrate ricalcano quelle del romanzo nella sostanza, ma anche qui vengono arricchite da un tocco di modernità ( relazioni extraconiugali, transgender, inseminazione artificiale ecc...) che fanno si che la storia risulti al contempo familiare e non prevedibile.
Mi è piaciuto questo libro che ha saputo rispettare l'anima di uno dei classici che più ho amato e devo dire che ci vuole coraggio per confrontarsi con un libro tanto famoso e adorato.
 
Mentre nell'originale le indubbie protagoniste sono Liz e Jane, in questo remake ogni sorella Bennet ha il suo spazio e la sua storia e perfino Mary, che rimane un po' ai margini, alla fine ottiene uno spazio che ci permette di capirla meglio.
 
Sono molto contenta di aver ascoltato i consigli delle blogger che prima di me si sono cimentate in questa lettura e il blog Buona Lettura me l'ha consigliata, così a mia volta dico a chi ha amato il libro della Austen di non farsi scappare Come sposare un milionario.
 
 
 
Titolo: Come sposare un milionario
Autore: Curtis Sittenfeld
Editore: Bookme
Pagine: 478
Prezzo: € 9,12

9 commenti:

  1. Anche io ho trovato carino questo libro, trovo la tua recensione molto molto bella :) Completa, quasi quasi lo rileggo xd xd Se ti va passa a trovarvi :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Grazie mille per i complimenti, sei davvero molto gentile. ^_^
      Passo volentieri a trovarti! :*

      Elimina
  2. Sono piuttosto scettica, però ho letto vari pareri positiva, magari gli darò una possibilità

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io lo ero e so che non a tutti è piaciuto. Io però l'ho trovato carino e ben scritto e credo che valga la pena dargli una possibilità.
      Se ti deciderai, poi fammi sapere. ;)

      Elimina
  3. Come hai già letto sul mio blog, anche a me è piaciuto molto il romanzo, ma anche il coraggio dell'autrice! Bella recensione :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, ci vuole fegato per confrontarsi con certi autori e la Sittenfeld lo ha fatto egregiamente! Grazie per essere passata. :)

      Elimina
  4. Ciao ALisya! Mi hai incuriosito moltissimo parlando di questo romanzo, soprattutto perché mi è sembrato di capire che si tratti di una rivisitazione riuscita :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, è un libro particolare consigliatissimo per chi ama la Austen. :)
      Storia e stile sono davvero particolari!

      Elimina
  5. Un libro molto interessante, mi è piaciuto moltissimo Orgoglio e pregiudizio e quindi penso che anche questo libro deve essere veramente favoloso.
    Flo
    https://femeieastazi.blogspot.it

    RispondiElimina