sabato 15 ottobre 2016

Recensione: "Antiche voci da Salem" di Adriana Mather

Da sempre i libri che parlano delle streghe mi affascinano e Salem è la città emblema della caccia che per secoli ha giustificato la tortura e l'uccisione di donna innocenti. Quando ho visto questo libro in libreria l'ambientazione mi ha incuriosita, soprattutto per il fatto che l'autrice discende veramente da una delle famiglie implicate nei processi.


Una scia di morti che si ripete da secoli secondo un identico modello. Un amore pronto a sfidare il tempo. Salem, ai giorni nostri: quando Samantha Mather si trasferisce nell'antica casa avita per stare vicina al padre, ricoverato perché misteriosamente in coma, trova in città un'accoglienza piuttosto fredda. Sono passati ormai tre secoli da quando il suo antenato Cotton Mather è stato protagonista del processo alle streghe, firmando il trattato usato a fondamento delle condanne, ma i rancori che allora avevano spaccato la comunità sono ancora terribilmente vivi. Isolata e avvolta dall'ostilità gelida degli Eredi delle presunte streghe, Samantha si trova intrappolata in un complicato groviglio in cui passato e presente si intrecciano pericolosamente. Soltanto Jaxon, figlio della migliore amica del padre e segretamente attratto dalla ragazza, sembra immune a quell'odio, almeno finché Samantha non entra in contatto con l'affascinante Elijah, uno spirito tragicamente coinvolto nelle antiche vicende storiche, e le cose si complicano. Samantha scopre un modello ricorrente nei secoli, in base al quale le famiglie dei perseguitati e dei persecutori pagano un terribile tributo di morti. C'è solo una speranza per evitare che la storia si ripeta: svelare i segreti del passato fra odi antichi e passioni, e rinunciare a qualcosa di sé per aprirsi a un sentimento nuovo.

Samantha si trasferisce a Salem a causa di problemi economici, ma anche se non è mai stata in quella città la sua famiglia è ben nota visto che discende da uno dei protagonisti (oltre che maggiore responsabile) dei processi alle streghe.
Ad accoglierla arriva subito l'affascinante Jaxon, figlio della vicina, ma sarà l'unico a vedere di buon occhio la ragazza visto che a scuola il gruppo delle Eredi, discendenti delle donne condannate per stregoneria, la prendono in antipatia a causa del suo antenato. A peggiorare le cose ci sono una serie di incidenti che da sempre perseguitano Sam, ma che adesso sembrano peggiorare. Per questo la ragazza si è convinta di essere maledetta costringendosi ad isolarsi dagli altri per evitare di causare problemi.
Adesso però devo affrontare la situazione visto che molti dei parenti delle Eredi muoiono in circostanza misteriose e l'ombra che la segue minaccia anche la vita di suo padre. Venirne a capo non sarà semplice e Sam dovrà prima di tutto capire di chi potrà fidarsi trovando un aiuto inatteso nel fantasma che solo lei può vedere e che è più legato a questa vicenda di quanto non appaia.

La trama si rivela fin da subito molto interessante grazie al mix tra realtà storica e finzione letteraria. Sicuramente l'ambientazione e il tema scelto per il libro aggiungono un certo fascino alla storia, acuendo la curiosità del lettore.
Sam è un personaggio particolare e si capisce velocemente che in lei c'è qualcosa in più visto che è l'unica a riuscire a vedere Elijah, il fantasma dell'uomo che all'epoca dei processi viveva con la sorella nella stessa casa della protagonista.
I due personaggi, che sono il cuore della narrazione, sono ben presentati, così come il rapporto che li lega, mentre le Eredi e lo stesso Jaxon sembrano affrontati più superficialmente nonostante il loro ruolo non sia da considerare secondario.
L'aspetto che meno mi ha convinto di Antiche voci da Salem è la parte romance, la storia d'amore che si sviluppa lungo le pagine che, pur essendo capace di regale molte emozioni, è in parte adombrata dalla specie di triangolo amoroso che si cerca di creare. Per quanto l'idea fosse valida, necessitava di un maggior spazio per essere sviluppata in quanto la scelta di Sam risulta ben presto ovvia, togliendo così la suspance che invece dovrebbe caratterizzare l'indecisione.
 
Il mistero invece è ben sviluppato, gli indizi sono ben dosati e inseriti con maestria tenendo alta la curiosità del lettore. I capitoli sono brevi e scorrono velocemente dando un ritmo sostenuto alla narrazione. Purtroppo ad un certo punto il cattivo della storia viene rivelato prima di svelarlo ufficialmente, rovinando l'effetto sorpresa del finale.

Quello però che mi ha decisamente delusa di questo libro sono i gadget. In genere quando in un libro c'è una mappa mi aspetto che sia legata alla storia, e di poterla consultare per seguire magari gli spostamenti dei personaggi. Invece in realtà questa non aggiunge niente e lo stesso vale per le lettere.
 
A parte questi piccoli dettagli Antiche voci da Salem è un libro pieno di fascino e mistero che si legge in poco tempo ed incolla alle pagine grazie alle sue ambientazioni e lo stile incalzante dell'autrice.
Sicuramente è una lettura che consiglio non solo agli amanti del mistero, ma anche a chi, come me, non sa resistere al fascino delle streghe.
 
CARINO, MA...
 
 
Titolo: Antiche voci da Salem
Autore:Adriana Mather
Editore: Giunti
Pagine: 379
Prezzo: € 16,00

10 commenti:

  1. Ciao Alisya! La tua recensione è stata davvero ben delineata! Hai spiegato tutto davvero bene, compreso i punti meno forti del libro.
    È da molto che ce l'ho in lista e devo davvero recuperarlo! Sono un'amante di misteri e streghe, quindi è inevitabile che prima o poi mi capiti tra le mani! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Jasmine, sono contenta che la recensione sia chiara :)Se decidi di leggerlo fammi sapere cosa ne pensi!

      Elimina
  2. Mi spiace che non ti abbia convinta del tutto! Io l'ho messo il WL, spero di leggerlo prima o poi :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non vedo l'ora di sapere cosa ne penserai! 😊

      Elimina
  3. Ciao Alisya!!Io adoro i libri che trattano di streghe. Questo non me lo vorrei proprio perdere!:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La storia è molto carina e il fatto che si intreccia a realtà storiche lo rende davvero intrigante!

      Elimina
  4. Ciao Alisya, sono finita qui per caso! Non conoscevo il tuo blog (e nemmeno te a dire il vero) piacere ^.^
    Anche io come te non so resistere al fascino delle streghe ed è da un pezzo che non leggo un libro a riguardo... quasi quasi ci faccio un pensierino *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao e benvenuta!
      Sono felice che tu sia capitata qua e di fare la tua conoscenza! ^_^
      Questo libro è molto particolare, è un mix tra finzione e realtà storica e questo da a tutto il racconto un pathos diverso. Se lo leggerai fammi sapere cosa ne pensi! :)

      Elimina
  5. Ciao Alysia, una recensione davvero chiara che mi ha aiutata moltissimo a mettere a fuoco questo libro, davvero complimentissimi <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Ely! Sono contenta che ti sia stata utile! ^_^

      Elimina