giovedì 15 settembre 2016

Recensione: "Qualcosa di vero" di Barbara Fiorio

Fantastico! Semplicemente fantastico!
Volendo potrei fermarmi anche qui. Che dite troppo concisa? Ok, ok, vedrò di scendere un po' più nel dettaglio! ;)

A rincasare ubriachi nel cuore della notte si rischia di inciampare in qualsiasi cosa: un gradino, i lacci delle scarpe, uno stuoino fuori posto. Ma se ti chiami Giulia, sei una pubblicitaria di successo e per te l'infanzia è solo una nicchia di mercato, puoi anche inciampare in una camicia da notte con una bambina dentro: Rebecca, la figlia della nuova vicina. Allora, tra i fumi dell'alcol, puoi persino decidere di ospitarla per una notte sul tuo divano. Salvo poi rimanere invischiata in sessioni di fiabe da raccontarle ogni volta che la madre, misteriosamente, non c'è. Da Cenerentola a Pollicino, da Raperonzolo alla Sirenetta, purché siano sempre le versioni originali: quelle di Perrault, dei Grimm e di Andersen, dove i ranocchi si trasformano in principi soltanto se li lanci contro un muro, e non sono certo i baci a risvegliare le più belle del reame. Se invece ti chiami Rebecca e sei arrivata da poco in città, puoi provare a conquistare i compagni di classe con le "fiabe vere". Salvo poi imbatterti nelle temibili bimbe della Gilda del cerchietto, pronte a screditarti con le versioni edulcorate della Disney. E forse, nonostante i tuoi nove anni, cercherai di far capire a Giulia, la tua amica del pianerottolo, che, anche se i principi azzurri nella realtà non esistono, l'uomo giusto a volte è più vicino di quanto si pensi. Ciò che ancora non sai è che la verità costa cara. E non solo perché certe cose è meglio non raccontarle, specie quando ci sono di mezzo i segreti degli adulti.

"Qualcosa di vero" è un libro che ha superato le mie aspettative. Divertente, intrigante e ben scritto, mi ha fatta innamorare.
Giulia è una donna in carriera ma con una vita amorosa disastrata e una sera, tornando a casa ubriaca, trova ad attenderla Rebecca, una bambina di quasi nove anni. Da quella sera la donna diventa la Signora della Buonanotte che di nascosto racconta alla bambina le fiabe, ma non quelle della Disney dove le principesse sono belle, i principi azzurri e tutti vivono felici e contenti. Giulia racconta le fiabe vere, quelle fatte di ranocchi spiaccicati e sorellastre mutilate e tra un racconto e l'altro ognuna delle due finisce per imparare qualcosa dall'altra. Giulia riscopre la magia di innamorarsi, perché se è vero che il principe azzurro non esiste, è anche vero che l'amore è reale e alle volte lo si trova proprio dove non lo si sarebbe cercato, mentre Rebecca impara ad aprirsi e rischiare per difendere un legame importante.
 
Qualcosa di vero è un libro semplice, una via di mezzo tra un romanzo e una fiaba per adulti. Leggendo ci sono momenti di leggerezza, dove le fiabe, rigorosamente vere, sono raccontate con ironia, ci sono momenti di dolcezza e indecisione, perché Giulia  dovrà imparare ad ascoltare il cuore anche quando fa paura, e poi ci sono momenti seri perché il libro, seppur senza prendere toni gravi, affronta un tema molto serio ed importante, oltre che attualissimo (non dico quale per non fare spoiler).
Questo libro mi ha veramente incantata e mi ha saputo trasportare tanto che, una volta iniziato, riuscire a fermarsi non è semplice. Il rapporto tra Giulia e Rebecca è intriso di una dolcezza che non riesco a descrivere. Nonostante la differenza di età infatti tra le due nasce un'amicizia sincera ed in poco tempo si affezionano l'una all'altra, fino a ritrovarsi legate più di quanto avrebbero voluto.

Sicuramente la Fiorio in questo libro ha dato vita a dei personaggi molto intensi e (volutamente) imperfetti, accomunati forse dalla solitudine. A Giulia manca qualcuno che la aspetti a casa, a Rebecca qualcuno che le faccia compagnia quando la madre lavora e perfino il vecchio vicino un po' burbero appare un po' inasprito dalla solitudine. Eppure tutte queste solitudine alla fine sembrano trovare il modo di incastrarsi per formare qualcosa di speciale.
Oltre il contenuto mi è piaciuto lo stile della Fiorio che racconta con leggerezza questa storia che, pagina dopo pagina, scivola via, rendendo difficile interrompere la lettura.
Qualcosa di vero è una lettura semplice che finisce per rimanerti dentro.
  
Il finale. Cosa dire del finale? Vi posso dire chela Fiorio mi ha stupita. Arrivata al penultimo capitolo ero ormai sicura (anzi forse è meglio dire rassegnata) su come si sarebbe conclusa la vicenda ed invece no, le ultime pagine si riveleranno capaci di regalare un'ultima emozione.

Qualcosa di vero è un libro che sicuramente va letto con il cuore e che, se gliene date la possibilità, saprà farvi sorridere ed emozionarvi.

 

Titolo: Qualcosa di vero
Autore: Barbara Fiorio
Editore: Feltrinelli
Pagine: 249
Prezzo: Promo 2 libri a 15€

6 commenti:

  1. wow credo proprio che questo libro mi piacerà, lo metto in lista e lo attenziono la prossima volta che vado in libreria, grazie <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero di cuore che il libro ti piaccia! ;)

      Elimina
  2. Da come ne parli sembra bellissimo tanto che mi hai incuriosita, lo metto in lista ;)
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo libro mi ha presa molto, è davvero semplice farsi trasportare dalla storia e dal dolce legame che si instaura tra le due protagoniste. Spero che ti piaccia! :)

      Elimina
  3. Risposte
    1. Spero che il libro ti piaccia, io l'ho adorato e lo sto consigliando un po' a tutti! :P

      Elimina