lunedì 9 maggio 2016

Recensione: "Dopo di te" Jojo Moyes

READING CHALLENGE
N° 45- Un libro che fa parte di una serie

Come facevo a non leggere il seguito di "Io  prima di te"?
L'ansia che accompagna l'attesa del film (che da noi qualche sadico ha pensato bene di spostare a Settembre) doveva essere sedata, quindi o iniziavo a prendere gli ansiolitici o...
 
Per Louise Clark ricominciare è molto difficile. Dopo la morte di Will Traynor, di cui si è perdutamente innamorata, si sente persa, svuotata.
È passato un anno e mezzo ormai, e Lou non è più quella di prima. I sei mesi trascorsi con Will l'hanno completamente trasformata, per questo sente di non poter tornare indietro ma di dover dare una nuova piega alla sua vita.
Poi una sera una persona sconosciuta le si presenta alla porta di casa ed è subito chiaro che aprire o no quella porta potrebbe cambiare totalmente la vita.

In genere sono molto diffidente verso i seguiti, soprattutto quando nascono dalla richiesta dei fan più che dal desiderio spontaneo dello scrittore. Per cui ero molto titubante quando ho comprato "Dopo di te", ma ammetto che mi sono dovuto ricredere.
 
Come si capisce dal titolo, questo libro affronta la vita di Lou dopo la morte di Will.
La ragazza, dopo aver girato un po' l'Europa cercando di assecondare gli insegnamenti dell'uomo che amava, è finita a Londra dove lavora come barista nel pub di un aeroporto.
Fin da subito salta agli occhi che quella che ci troviamo davanti non è la stessa ragazza di "Io prima di te": l'ottimismo, l'allegria dirompente, la fiducia nel prossimo che la caratterizzavano sono infatti tutti da ricostruire. La morte di Will l'ha cambiata profondamente, e nonostante la ricerca disperata di un modo di andare avanti, Lou finisce per perdersi nel vuoto che ha dentro.
Pur accettando che non sarà più la donna che era, Louisa non riesce a capire il tipo di persona che vuole diventare e il futuro le appare come un enorme e spaventoso punto interrogativo dove l'unica certezza sembra essere il dolore e il vuoto della perdita.
Per cercare di superare questo momento buio, entra a far parte di un gruppo di auto aiuto composto da persone che devono affrontare il suo stesso dolore, ma è soprattutto grazie ad un inatteso lascito di Will e ad alcuni nuovi incontri che Louisa inizia di nuovo a vivere.
 
Lo stile della Moyes anche in "Dopo di te" sa incantare.
Questo libro parla di come rialzarsi dopo una caduta, di come colmare quei vuoti che si aprono con la perdita di qualcuno che amiamo, di dove trovare la forza di riniziare a vivere nonostante tutto. La Moyes lancia un messaggio forte e positivo, un messaggio pieno di speranza.
Il libro è brillante e ben scritto e, tra un colpo di scena e l'altro, scorre veloce. A differenza del capitolo precedente però la scrittura perde la leggerezza che la contraddistingue e che tanto avevo ammirato. Buona parte del libo è (a buon ragione) segnato da un tono di tristezza, o meglio da un'assenza pesante; quella di Will. Non so se questa è una nota oggettiva o se è soltanto qualcosa che riguarda me, però io questo vuoto l'ho avvertito chiaramente e più ritrovavo i vecchi personaggi mutati, più lo percepivo. Infatti oltre a Lou in "Dopo di te" ritroviamo le famiglie Traynor e Clark, Nathan e perfino Patrick. Ma sono senza dubbio le new entries (alcune delle quali riservano delle sorprese col botto) a fare la differenza.
Tra questi cambiamenti a cui sono andati incontro più o meno tutti i personaggi però uno mi è sembrato un po' stonato, ovvero quello della madre di Lou. Lei è l'unica a fare un mutamento così repentino e così importante da risultare eccessivo, soprattutto nel finale tra lei e il marito che mi è sembrato davvero troppo forzato.
 
A parte questo "Dopo di te" mi è piaciuto, anche se non è all'altezza del primo capitolo. Solo per questo non voglio dare a questo libro 5 stelle, perché per quanto sappia emozionare, commuovere, sorprendere e far ridere, continua a non eguagliare l'intensità della storia di Will e Lou.
Davvero, davvero consigliatissimo.
 


 
 
Titolo: Dopo di te
Autore: Jojo Moyes
Editore: Mondadori
Pagine: 380
Costo: € 18,00
 
P.S. Ma quanto è bello il nuovo trailer? 
 

4 commenti:

  1. Bella recensione, Alysia!! Ho il sospetto che la trasposizione cinematografica del primo libro sarà molto bella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo spero molto, visto l'impazienza con cui lo sto aspettando!

      Elimina
  2. Complimenti ottima recensione

    RispondiElimina