martedì 3 maggio 2016

#4 Recap: Letture di Aprile

Aprile è volato, ma invece di lasciarci ai primi caldi, ci ha riportato l'inverno. Tra pioggia, vento e grandine ho dovuto tirare di nuovo fuori il piumino!!
Ma anche se il tempo fa un po' il pazzo, non cambia il piacere di leggere un bel libro. Basta sostituire una sdraio al plaid e il tè freddo con la cioccolata calda, et voilà!
Ma vediamo un po' cosa ho combinato questo mese.


Parto come al solito dai libri che ho adorato. Quelli che si meritano a buon diritto 5 stelline!
 
La custode di mia sorella. L'ho letto perché il film mi ha letteralmente toccato il cuore. Una storia intensa, che non può non coinvolgere e suscitare emozioni intense e diverse. Consigliatissimo.

The Danish Girl. Anche questo l'ho letto dopo aver visto il film, ma in questo caso a spingermi è stato il bisogno di saperne di più. L'inizio nella versione cinematografica era nebuloso, o forse è meglio dire incompleto. Il comportamento di Einar sembrava venir fuori dal nulla, mentre nel libro si capisce tutto il percorso ed il dolore che c'è dietro al suo cambiamento. Se avete amato il film, leggetelo!!

Hyperversum. Primo capitolo della trilogia che mi ha affascinata. È una storia molto ben costruita, dove dettagli storici e inventati si fondono tanto bene da non saperli distinguere. Questo primo capitolo mi ha colpita particolarmente.

Le avventure di Pinocchio. Classico della narrativa per ragazzi, made in Italy. Sinceramente non ricordo se lo avevo già letto, ma anche se lo avessi fatto l'ho riaffrontato con piacere. Collodi ha scritto una storia senza tempo in grado di affascinare ragazzi di ogni età. Bellissimo!!



Veniamo ai libri con quattro stelline, quelli che mi hanno sorpresa ed entusiasmata.
 
Novecento. Opera teatrale di Baricco, da cui è tratto uno dei miei film preferiti, che riesce a farmi piangere ogni volta che lo vedo. Ho evitato per anni di leggerlo credendo che non lo avrei amato ed invece mi sbagliavo.

Non è mia figlia. Thriller mozzafiato, dalla trama intrigante e ben scritto. Due punti di vista che si alternano creando una suspance crescente.

L'amore arriva sempre al momento sbagliato. Romance carino, perfetto per chi cerca una storia romantica capace di far sognare.

Hyperversum. Il falco ed il leone & Hyperversum. Il cavaliere del tempo. Ultimi due capitoli della trilogia che mi ha sorpresa per la complessità della trama. Davvero molto bella! Perfetta anche per chi non ama la fantascienza (presente solo nell'elemento del viaggio del tempo). Posterò a breve (spero) la recensione sull'intera trilogia.



E nella categoria "Carino, ma..." troviamo invece quei libri che mi sono piaciuti, ma in cui qualcosa non mi ha convinta fino in fondo.
 
Io, la divina. Forma narrativa assolutamente unica. Primo caso in cui la forma mi affascina più del contenuto. La scelta dell'autore di scrivere un libro con solo primi capitoli è tutta da ammirare.

Non mi piaci, ma ti amo . Chick-lit carino e divertente. Perfetto per riprendersi da letture più impegnative.

Tu sei mia. Una lettura piacevole dove sentimenti, erotismo e intrighi dell'alta società si fondono perfettamente, ma l'ambientazione mi ha lasciata un po' perplessa.

Tutto sua madre. Commedia teatrale che mi ha sorpresa e divertita,  basata sul coming out inusuale del protagonista che ritenuto da tutto un omosessuale, sorprende tutti dichiarandosi etero.

Giro di vite. Altro classico della letteratura. Libro preso e lasciato più volte, da cui mi aspettavo qualcosina in più. Il finale però mi ha lasciata letteralmente a bocca aperta.



Ed infine passiamo ai libri che mi hanno convinta meno.

Big Apple. Anche se so che in molti lo hanno amato, questo libro non mi ha convinta. Forse dopo aver letto tante recensioni entusiaste, le mie aspettative erano troppo alte. In ogni caso, anche se la storia scorre velocemente e riesce a far sorridere, ci sono degli elementi che mi hanno fatto storcere un po' il naso.

Le avventure di Sherlock Holmes. Non ho niente contro Conan Doyle, ma devo dire che dal caro vecchio Sherlock mi aspettavo di più. Credo però che più che lo stile dell'autore sia la forma narrativa, ovvero il romanzo bene, a non avermi convinta. La brevità di ogni avventura era tale da non permettere di appassionarsi alla storia. Riproverò con qualche storia più lunga.

Sono davvero soddisfatta delle letture di Aprile, ma non vedo l'ora di gettarmi in quelle di questo mese, peccato che la mia wish list sia pressoché infinita e scegliere a quale titolo dare la preferenza sia un vero dilemma! Altro che "Essere o non essere"! ;)
 
E voi quali sono state le vostre letture? Qual è stato il vostro libro preferito dello scorso mese?
Mandatemi i link dei vostri recap o rispondete nei commenti! ;)







2 commenti:

  1. La custode di mia sorella non l'ho visto e neanche letto ma ricordo un trailer veramente triste. Non è mia figlia, da buon amante dei thriller, mi ispira tantissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Meritano tutti e due! Con il primo prepara i fazzoletti, per il secondo metti in conto di fare le ore piccole! ;)

      Elimina